20 novembre 2017

STORIA

27 Mag 1974: l’aliscafo “Freccia delle Betulle”, costruito presso i cantieri Rodriquez di Messina, giunge al piazzale dell’idroscalo di Como.

Varato l’indomani, viene trainato a Tavernola per l’allestimento.

Entra in servizio il successivo 14 giugno, primo aliscafo RHS70 del lago di Como.

Originariamente caratterizzato dal colore blu di alettoni, scafo e bordi, viene poi ridipinto in colore rosso all’inizio degli anni ’80.

Ritorna tuttavia all’originale colorazione nei primi anni ’90.

Intensamente utilizzato in tutti gli anni ’80, soprattutto nei periodi estivi, vede lentamente sfumare il suo utilizzo nella seconda metà degli anni ’90, fino a giungere alla condizione di pre-disarmo nell’autunno ’99.

Rimane ormeggiato a Villa Geno per tutto il 2000. Il pennone viene ripiegato verso prua, e gli interni smontati.

All’inizio del 2001 viene portato al cantiere di Dervio, dove viene decoibentato e riallestito per il servizio.

Torna in servizio nell’estate del 2001, seppur in modo sporadico, sulla rotta Como – Colico.

Al termine della stagione estiva viene riormeggiato a Villa Geno, dove resta per quasi un anno, come mezzo di riserva per i più recenti “Freccia delle Gardenie” e “Freccia dei Gerani”.

Tuttavia l’estate 2002 segna il ritorno in servizio di questa gloriosa unità, il cui utilizzo si protrae anche durante l’inverno, grazie anche ai disastrosi esiti del servizio dei catamarani.

L’intervento di decoibentazione del 2001, oltre ad aver tolto l’amianto utilizzato per le coibentazioni della sala macchine, ha contribuito a ridurre drasticamente la rumorosità di questo piccolo aliscafo, che ora offre un grado di comfort acustico del tutto paragonabile ai nuovi catamarani.

Con il disarmo della “Freccia delle Gardenie” nel dicembre 2002, la “Freccia delle Betulle” e la “Freccia dei Gerani” rimangono gli ultimi due aliscafi serie RHS70 in servizio in Italia.

Ai primi di maggio 2004 la flotta del servizio rapido è decimata, causa i continui guasti dei catamarani; la “Freccia delle Betulle” viene alata a Dervio, per una manutenzione che le consenta di continuare a svolgere il suo onorato servizio.

Ma dopo 30 anni di carriera, ed un calo della manutenzione negli ultimi anni la gloriosa “Freccia delle Betulle” fatica a sostenere ancora il servizio di linea. Un nuovo guasto a fine maggio, il rientro in servizio a fine settembre, un nuovo e più grave guasto agli inizi di novembre 2004 pongono fine alla carriera di questo splendido aliscafo.

Nel 2015, dopo 11 anni di disarmo, la Freccia delle Betulle viene demolito.

SCHEDA TECNICA

Tipo Natante Aliscafo RHS 70
Costruttore Cant. Rodriquez (VE)
Anno Varo 1974
Anno Rimodernamento
Stato Attuale Demolito
DIMENSIONI
Lunghezza 22,00 mt
Larghezza 4,80 mt /7,78 mt
Immersione 1,045 mt (in navigaz.)
Dislocamento P.C 32 t
Stazza Lorda 60 t
PORTATA
Posti a Sedere 80
Posti in Piedi
Posti Seduti al Coperto 80
Posti Pranzo
Portata Totale 80
Equipaggio 3
APPARATO MOTORE
Costruttore MTU
Modello 12 V 497
Potenza Unitaria 1250 CV
Combustibile Nafta
Numero Motori 1
Potenza Complessiva 1250 CV
PROPULSIONE
Tipo Eliche Fisse
Numero 1
Inversione Al motore
PRESTAZIONI
Velocità 64
Consumo Medio 2,50 kg/km
DOTAZIONI DI BORDO
Cucina No
Bar No
Toilette(s) 1
Radar Si
Aria Condizionata No
Biglietteria No
Servo-Timone Si
Sala da Ballo No