22 settembre 2017

STORIA

L’arrivo a Como della “Freccia delle Valli” l’11 dicembre 1979 sancisce l’inizio dell’era dei superaliscafi sui laghi italiani.

Giunto diviso in due tronconi, il Freccia delle Valli  viene assemblato e varato nello stesso giorno, e portato a Tavernola per l’allestimento e le prove di collaudo.

Viene inaugurato a Villa Olmo il 1 maggio 1980 alla presenza del sottosegretario ai trasporti On.Miroglio.

In virtù della capienza più che raddoppiata rispetto agli aliscafi PT20, consente d’intensificare notevolmente le comunicazioni tra il capoluogo e l’alto lago, contribuendo a ridurre il traffico sulle strade costiere.

Nel 1999 un leggero restyling interno comporta la sostituzione delle originali plafoniere al neon con più moderni faretti alogeni.

Dopo il millennio

All’inizio del 2004 il “Freccia delle Valli” in arrivo a Como riporta un grave guasto ai motori, e viene fermato a Tavernola, poi portato a Dervio, quindi riportato a Tavernola. La situazione precaria degli altri due aliscafi, e l’indisponibilità del “Freccia delle Valli”, fa sì che domenica 18 luglio tutti e tre gli aliscafi si trovino guasti a Como, costringendo a corse eccezionali con i catamarani nel tardo pomeriggio. La “Freccia delle Valli” viene frettolosamente riparata e rimessa in servizio due giorni dopo.

Dopo un anno di impiego alterno, si decide finalmente di dare un po’ di attenzioni al glorioso “Freccia delle Valli”, divenuto indispensabile dopo la dismissione degli aliscafi RHS70. Nell’estate 2005 il natante viene fermato per il rifacimento dell’impianto di climatizzazione e dell’impianto elettrico.

Ma la disastrosa situazione degli aliscafi e catamarani rimasti in servizio costringe a rimettere in linea il “Freccia delle Valli” in luglio 2005, nonostante l’impianto di condizionamento aria sia guasto e il clima torrido; fioccano le proteste tra gli utenti.

Alla fine della stagione 2005, la “Freccia delle Valli” viene ormeggiata alla diga di Como, in attesa dei lavori necessari alla prosecuzione di un regolare servizio.

nello 2010 è usato poco, mentre nel 2011 era in servizio normale.

4 Aprile 2013, la Freccia delle Valli in fase di approdo al pontile di Bellagio  a causa di un’avaria entra in collisione con la motonave Lucia. Il promesso sposo non riporti gravi danni a differenza dell’ala destra dell’aliscafo che viene riparata dai tecnici Rodriguez nel 2014.

L’aliscafo freccia delle valli rientra in servizio il 6 gennaio 2015 e vi rimane stabilmente fino all’estate.

Durante l’inverno viene alata a Dervio per la sostituzione dei motori MTU di nuova generazione.

SCHEDA TECNICA

Tipo Natante Aliscafo (RHS 150 SL)
Costruttore Cantieri Navali Rodriquez – Messina
Anno Varo 1980
Anno Rimodernamento 1999, 2005
Stato Attuale In servizio
DIMENSIONI
Lunghezza 28,70 mt
Larghezza 5,85 mt
Immersione 3,100 mt / 1,205 mt
Dislocamento P.C 67 t
Stazza Lorda 154,55 t
PORTATA
Posti a Sedere 176
Posti in Piedi
Posti Seduti al Coperto 176
Posti Pranzo
Portata Totale 176
Equipaggio 4
APPARATO MOTORE
Costruttore MTU
Modello 12 V 331 TC 82
Potenza Unitaria 1306 CV
Combustibile Nafta
Numero Motori 2
Potenza Complessiva 2613 CV
PROPULSIONE
Tipo Eliche Fisse
Numero 2
Inversione Al Motore
PRESTAZIONI
Velocità 64 Km/h
Consumo Medio 5,50 kg/km
DOTAZIONI DI BORDO
Cucina No
Bar No
Toilette(s) 2
Radar Si
Aria Condizionata Si
Biglietteria Si
Servo-Timone Si
Sala da Ballo No