20 novembre 2017

STORIA

1983: la motonave traghetto “Plinio”, prima unità bidirezionale del lago di Como, viene impostata nel cantiere di Dervio.

5 Nov 1984: viene varata, in concomitanza con l’inaugurazione delle motonavi “Renzo” e “Lucia”.

Il “Plinio” è dotato di un innovativo sistema di propulsione definito a spinte compensate: due specie di enormi frullini posti alle due estremtià dello scafo e formati da palette orientabili in continua rotazione muovono la nave, e danno insieme direzionalità. Eliminati i timoni, questa grossa nave traghetto risulta maneggevolissima.

Ma l’allestimento di questa grande nave traghetto va decisamente per le lunghe, protraendosi fino al 1988, anno in cui la nave è finalmente pronta.

Inizialmente viene ormeggiata al pontile di Villa Geno, ed ospita a bordo alcune conferenze. Poi viene sperimentato un impiego su corse di linea.

Ma l’esercizio su corse di linea è spaventosamente antieconomico; il “Plinio” consuma come un aliscafo, e va molto più lento di una nave tradizionale.

Si decide quindi di destinarla esclusivamente al servizio autotraghetto, servizio per cui le ampie sovrastrutture del “Plinio” sono quasi completamente inutili.

Verso la metà degli anni ’90 viene sperimentato il servizio estivo di crociera notturna con discoteca a bordo, per cui l’ampia sala centrale del “Plinio” risulta molto adatta. Il servizio tuttavia nel giro di due stagioni viene soppresso.

Estate 2004: viene introdotta una nuova crociera con pranzo a bordo da Lecco a Colico le domeniche, svolta dalla motonave “Manzoni”; viene deciso quindi di impiegare il “Plinio” in servizio di linea sulla fondamentale corsa delle 10.30 da Como per Colico con ristorante a bordo. I risultati sono disastrosi: ritardi medi superiori ai 40 minuti, pochissimi posti a sedere all’aperto con i passeggeri costretti ad accamparsi sul ponte autoveicoli, completa disorganizzazione del servizio ristorante, sparso su due ponti. Tra i passeggeri fioccano le lamentele. Le cose vanno meglio per quanto riguarda la crociera del sabato sera con ballo a bordo, per cui le due ampie sale del “Plinio” risultano particolarmente indicate.

L’esperienza viene ripetuta nella successiva estate 2005, cercando di riadattare l’orario della corsa; di fatto i ritardi si riducono, anche se il tempo di percorrenza Como-Colico a parità di fermate aumenta di oltre mezz’ora.

Nel 2008 il Plinio viene “cambiato” in motonave, mettendo delle sedie plastice sulla ponte autoveicoli. il battello pero è troppo lento per mantenere l’orario. Nel 2015, con il nuovo escizio di ing. Coppola, viene usato come Traghetto per Macchine.

SCHEDA TECNICA

SCHEDA TECNICA
Tipo Natante Motonave Traghetto
Costruttore Cantiere C.R.N. Ancona
Anno Varo 1988
Anno Rimodernamento
Stato Attuale In Servizio
DIMENSIONI
Lunghezza 46,30 mt
Larghezza 9,42 mt
Immersione 2 mt
Dislocamento P.C 415,8 t
Stazza Lorda 774,84 t
PORTATA
Posti a Sedere 342
Posti in Piedi 360
Posti Seduti al Coperto 246
Posti Pranzo 240
Portata Totale 702
Equipaggio 5
APPARATO MOTORE
Costruttore MTU
Modello 12 V183 62
Potenza Unitaria 650
Combustibile Nafta
Numero Motori 2
Potenza Complessiva 1300
PROPULSIONE
Tipo Voith Schneider 16E/89
Numero 2
Inversione Spinte Compensate
PRESTAZIONI
Velocità 21 Km/h
Consumo Medio 5,92 kg/km
DOTAZIONI DI BORDO
Cucina Si
Bar Si
Toilette(s) 4
Radar Si
Aria Condizionata No
Biglietteria Si
Servo-Timone Si
Sala da Ballo No