Condividi

«Si cambi il regolamento dei battelli sul lago per favorire l’uso della bicicletta»: l’appello è rivolto alla Gestione Navigazione Laghi e arriva dagli «Amici della bicicletta» di Arona e dai sindaci del Lago Maggiore. La referente della Fiab di Arona, Loretta Landoni, ha scritto al responsabile della Navigazione sul Lago Maggiore, Paolo Mazzuchelli, per presentare le richieste, sottoscritte dai sindaci di Arona, Lesa, Meina, Belgirate, Verbania, Stresa e dall’«Agenda 21 laghi» di cui fanno parte quindici Comuni lombardi.

«Uno dei problemi principali – sottolinea Landoni – è che non c’è la certezza di poter imbarcare le biciclette sui battelli». Secondo l’attuale regolamento, il trasporto è «a discrezione del comandante»: «Piuttosto – dice Landoni – dovrebbe essere condizionato al “traffico contingente”, ovvero alla capienza, magari alle condizioni meteorologiche o a problemi particolari del momento».

Tale incertezza, oltre che inibire il singolo ciclista, impedirebbe anche l’organizzazione di tour sul lago che prevedano bici più battello, un freno notevole per lo sviluppo del ciclo-turismo. I promotori dell’appello hanno studiato il regolamento della stessa azienda per i laghi di Como e di Garda, notando differenze.

«Ora – precisa Landoni – non si possono fare neppure abbonamenti passeggero più bici, il che sarebbe molto utile per i pendolari che fanno la spola tra le sponde di Angera e Arona. Inoltre, manca il riferimento alle biciclette con pedalata assistita, in aumento». Tra le modifiche proposte, si chiede di aggiungere il trasporto gratuito della bicicletta per i residenti dei comuni rivieraschi che usufruiranno della promozione «Conosci il tuo lago», un’opportunità che sarà presto riattivata con riduzioni sul costo dei biglietti. Infine la richiesta di una importante garanzia: «Si assicurino almeno alcune corse in cui il trasporto di bici sia possibile». Le modifiche potrebbero aumentare i passeggeri: «Siccome non ci sono ciclabili tra le città sul lago – aggiunge Landoni -, il viaggio in battello risulterebbe più sicuro per i cicloturisti e per chi si volesse muovere in bicicletta».

 

Il direttore Mazzucchelli ha ricevuto l’istanza: «C’è un gruppo di lavoro che sta rivedendo il regolamento della Navigazione dei tre laghi e terrà conto anche di queste richieste». Ci spera il sindaco di Arona, Alberto Gusmeroli: «Maggiori garanzie ai ciclisti favoriranno la mobilità e il turismo sul lago»