Condividi

Il “Città di Lecco” trasportava 30 persone ed era attraccato al pontile della Navigazione. Immediato il trasbordo dei passeggeri su una motonave.

6Era in fase di attracco. Ma è andato in avaria. È accaduto ieri, poco prima della 14.30, a Menaggio: il catamarano Città di Lecco ha rotto un motore proprio mentre stava effettuando lo scalo e ciò ha causato un po’ di trambusto.
Tutti i passeggeri sono stati fatti scendere e il personale della Navigazione ha provveduto a indirizzarli su altri mezzi (traghetti o battelli) diretti verso le destinazioni finali.

Il fatto che il natante fosse a riva, in ogni caso, ha scongiurato ogni pericolo per le persone che si trovavano a bordo, che sulle prime non si sono nemmeno rese conto del motivo del trasbordo.Dal vano motori è uscito un po’ di fumo, ma nulla più.

Il direttore della Navigazione, Marcello Coppola, minimizza: «Non è successo nulla che meriti di essere segnalato. Si è rotto un motore, cosa che può capitare a qualunque mezzo pubblico o privato. I catamarani sono provvisti di due motori e il “Città di Lecco”, una volta sbarcati tutti i passeggeri, ha guadagnato il largo in maniera del tutto indipendente dirigendosi verso il cantiere nel quale verrà subito sottoposto ad intervento di riparazione».

La Provincia di Como


 

5Dalla redazione di ANL: “Pare doveroso sottolineare preliminarmente che i due guasti di cui riportiamo notizia sono stati di lieve entità: il catamarano città di Lecco è stato prontamente soccorso e sostituito dall’aliscafo G. Marconi, e, il giorno successivo da un altro cat; Invece, i passeggeri a bordo della motonave Orione -vittima ieri di un lieve guasto nei pressi di – sono stati trasbordati a bordo della successiva corsa espeltata dalla nuova motonave Bisbino. Oggi l’orione, prontamente riparato ha regolarmente preso servzio sulla corsa 20 delle ore 12 da Como.”